Defibrillatori

L’utilizzo dei defibrillatori DAE semiautomatici esterni della è estremamente semplice, ma spesso le persone del settore, già pratiche delle tecniche di primo soccorso, sanno dimostrare in maniera migliore il corretto utilizzo dei DAE.

È il caso degli operatori del 118 e delle associazioni di volontariato; queste ultime, in particolare, di frequente hanno al proprio interno formatori sanitari altamente qualificati in grado di insegnare, in maniera chiara ed esaustiva, come si praticano le manovre di rianimazione cardio-polmonare e come si utilizzano i defibrillatori semi-Automatici Esterni (DAE).

Il più delle volte, infatti, queste associazioni, in maniera spontanea, organizzano e gestiscono corsi di formazione per la rianimazione cardio-polmonare di base e per l’uso in sicurezza del defibrillatore DAE semiautomatico esterno.

Solitamente i corsi, indirizzati ai laici, hanno una durata di cinque ore comprensive della parte pratica e di quella abilitativa (valutazione) e sono condotti mediante l’utilizzo di un manichino per le prove pratiche da effettuare.

Grazie ai numerosi volontari e operatori del 118 presenti in ogni paese e città italiane è possibile organizzare eventi di formazione di massa per l’abilitazione alla defibrillazione in linea con gli standard nazionali e internazionali.

Gli operatori del 118, infatti, sono tecnici abilitati ad istruire i soccorritori non sanitari ad eseguire in maniera corretta ed efficace le manovre di primo soccorso (BLS-D Basic Life Support Defibrillation) necessarie a ridurre il tasso di mortalità della popolazione.

I partecipanti, sottoposti alla valutazione del personale istruttore del 118, se giudicati positivamente, riceveranno un attestato di idoneità.

Si cerca in questo modo di garantire e aumentare l’efficacia e la tempestività della catena di sopravvivenza, in particolare degli ultimi tre anelli:
riconoscimento immediato dell’arresto cardiaco;

Rianimazione Cardio-Polmonare (RCP);

defibrillazione precoce.

Seguendo tali disposizioni, la probabilità di sopravvivenza di una persona colpita da arresto cardiaco potrebbero superare il 70%; pertanto, ogni anno, potrebbero essere salvate migliaia di vite solamente nel nostro Paese.

Mettendo in atto un programma di cardio-protezione, CardioPro è in grado di offrirti:

i migliori defibrillatori sul mercato per utilizzo extra-ospedaliero: pratici, resistenti, privi di necessità di manutenzione e dai più bassi costi di gestione sul mercato;

piani di noleggio operativo delle postazioni di defibrillazione;

vasta scelta di teche e cartellonistica di segnalazione per un perfetto posizionamento della postazione di defibrillazione;

Le forze dell’ordine potrebbero rivestire un ruolo fondamentale nell’aiutare chiunque venga colpito da arresto cardiaco.

Se avessero a disposizione un defibrillatore DAE semiautomatico esterno a bordo dei loro mezzi di trasporto, magari anche provvisto di supporto alla RCP o a telecontrollo remoto, e addestrati adeguatamente alla rianimazione cardio-polmonare, potrebbero partecipare attivamente al soccorso di una persona colpita da arresto cardio-circolatorio.

In caso di arresto cardiaco, infatti, è di vitale importanza intervenire entro i primi 5 minuti dall’evento infausto, poiché, per ogni minuto che passa, le probabilità di sopravvivenza del paziente diminuiscono del 10%.

Nelle città in cui sono stati avviati importanti progetti di cardio-protezione e in cui le forze dell’ordine (Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia municipale, Polizia ferroviaria, Vigili del fuoco, etc…) sono state dotate di defibrillatori DAE semiautomatici esterni è stato possibile aumentare il tasso di sopravvivenza in caso di arresto cardio-circolatorio di circa tre volte, dall’11,6% fino al 29,7%.

Soprattutto in caso di incendio o di tragici eventi di questo tipo, se i Vigili del fuoco, che vengono addestrati per recarsi sul luogo dell’accaduto nel minor tempo possibile, avessero a disposizione un defibrillatore DAE semiautomatico esterno potrebbero contribuire a salvare numerose vite.

In questo tipo di situazioni, infatti, è frequente il caso in cui alcune persone, a causa dello spavento, vengano colte da arresto cardiaco, senza preavviso.

I Vigili del fuoco, grazie al loro addestramento e alle loro capacità fisiche, potrebbero intervenire rapidamente e in maniera tempestiva.

Mettendo in atto un programma di cardio-protezione, CardioPro è in grado di offrire:

i migliori defibrillatori DAE semiautomatici esterni disponibili sul mercato;
corsi di formazione BLS-D e L.81/08 con integrazione BLS-D direttamente presso la propria struttura.

vasta scelta di teche e cartellonistica di segnalazione per un perfetto posizionamento della postazione di defibrillazione;

programmi personalizzati di assistenza tecnica e manutenzione on site;

piani di noleggio operativo delle postazioni di defibrillazione;

pacchetti DAE + formazione all-inclusive a tariffe estremamente vantaggiose.

Il 5% degli arresti cardiaci si verifica sui luoghi di lavoro.

Questo significa che oltre 70 lavoratori alla settimana, in Italia, sono colpiti da arresto cardiaco mentre si trovano sul posto di lavoro.

L’attuale normativa relativa alla Sicurezza sui Luoghi di Lavoro (Legge 81/08) non prevede la dotazione di defibrillatori semi-automatici da parte delle aziende, ma l’obbligo di formazione del personale al primo soccorso; la Legge 120 del 2001, invece, conferma l’importanza della presenza sui luoghi di lavoro di personale addestrato e di dispositivi idonei a tutelare al meglio la salute dei lavoratori.

Anche la recente disposizione INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) che prevede una riduzione del premio INAIL per le aziende che adottano il defibrillatore e provvedono alla formazione del personale al BLS-D (Basic Life Support – Defibrillator), conferma l’importanza della presenza del DAE come strumento principale di prevenzione delle morti bianche. Maggiori dettagli sul sito INAIL

Noi di CardioPro invitiamo gli imprenditori ed i responsabili della sicurezza aziendale a prendere in considerazione tutti questi elementi, paragonando il defibrillatore alla stregua di un sistema antincendio o di un estintore, e cioè un dispositivo di vitale importanza in presenza di una situazione di emergenza all’interno dell’azienda.

Ponetevi alcune di queste domande:

In azienda ci sono condizioni ambientali operative critiche?

Quanti dipendenti hanno un’età superiore a 45 anni?

Quali difficoltà potrebbe comportare la perdita di un dipendente con un alto livello di esperienza e professionalità?

In che modo potrebbe essere percepita la perdita di un dipendente a causa di un arresto cardiaco, sapendo che con un dispositivo dal costo equivalente a quello di un elettrodomestico si sarebbe potuto salvare?

Purtroppo i defibrillatori sono spesso presenti solo in quelle aziende nelle quali si è già verificato un evento tragico causato da un arresto cardiaco improvviso.

In Italia  la cultura della prevenzione non è così diffusa come negli altri Paesi e la nostra valutazione del valore delle cose e del rischio si basa esclusivamente sull’esperienza personale e non su quella dell’intera collettività.

CardioPro ricorda che un arresto cardiaco improvviso può colpire chiunque – uomo, donna, giovane o anziano – ovunque, in qualsiasi momento e spesso senza preavviso. Oltre il 13% delle morti che si verificano sui luoghi di lavoro sono causate da arresto cardiaco improvviso.

Le percentuali sono ancora maggiori in tutte quelle aziende che hanno uffici ad accesso pubblico e reparti commerciali dove ricevono i propri clienti e i propri collaboratori.

La presenza in azienda di un defibrillatore DAE facilmente accessibile, posizionato come un comune estintore, permetterebbe di assistere efficacemente il lavoratore colpito da arresto cardiaco improvviso, facendo passare le probabilità di sopravvivenza da meno del 5% a oltre il 50%.

Mettendo in atto un programma di cardio-protezione per la tua azienda, CardioPro è in grado di offrirti:

i migliori defibrillatori sul mercato per utilizzo extra-ospedaliero: pratici, resistenti, privi di necessità di manutenzione e dai più bassi costi di gestione sul mercato;

vasta scelta di teche e cartellonistica di segnalazione per un perfetto posizionamento della postazione di defibrillazione DAE per interni ed esterni;

corsi di formazione BLS-D e Legge 81/08 con integrazione BLS-D direttamente presso la tua azienda;

programmi personalizzati di assistenza tecnica e manutenzione on site;

piani di noleggio operativo delle postazioni di defibrillazione;

pacchetti DAE + formazione all-inclusive a tariffe estremamente vantaggiose;

La fornitura dei dispositivi di defibrillazione DAE e la fornitura dei corsi di formazione BLS-D per i dipendenti dell’azienda potranno essere comunicati ad INAIL per ottenere lo sconto sul premio INAIL riservato alle aziende che investono per il miglioramento delle condizioni di sicurezza dei lavoratori. Scopri la scontistica prevista da INAIL e le modalità di presentazione della richiesta.

La Morte Cardiaca improvvisa (MCI) è scientificamente definita come morte inaspettata da cause naturali cardiache che si verifica, in un lasso di tempo molto breve e con sintomi premonitori assenti o molto scarsi/generici, in un soggetto in apparente stato di buona salute o comunque in condizioni di salute tali da non far presagire il rischio di morte [1]. Essa è più frequente in corso di cardiopatie – genetiche o acquisite – anche se non avviene esclusivamente su cuore malato.

L’impatto dell’esercizio fisico sul rischio di morte cardiaca improvvisa è controverso: se è pur vero che l’esercizio fisico vigoroso ne aumenta l’incidenza, è altrettanto vero che l’attività fisica moderata ne riduce il rischio. Negli atleti più giovani, la morte cardiaca improvvisa di solito avviene per una cardiomiopatia ipertrofica, mentre nei più anziani è correlata alla malattia coronarica [2].

Durante l’esercizio fisico, anche nel cuore sano si verificano cambiamenti che alterano il modo in cui il cuore stesso genera e conduce l’impulso.

All’arresto cardiaco esistono solo due rimedi: il massaggio cardiaco, che mantiene il cuore responsivo al successivo intervento dei sanitari d’emergenza, e la defibrillazione precoce, che è in grado di ripristinare un ritmo cardiaco efficace. Questi due presidi devono essere somministrati sequenzialmente, secondo tempistiche e protocolli spiegati nei corsi BLS-D.

L’importanza della presenza di un defibrillatore negli impianti sportivi dove si pratica attività professionistica è stata recentemente sottolineata dalla Legge 189 del 2012, conversione dell’ormai noto Decreto Balduzzi, nonché da alcune delibere regionali.

Gli impianti oggetto d’obbligo sono sia pubblici che privati, che erogano attività sia sportive (amatoriali ed agonistiche) che motorio-ricreative. La responsabilità di assolvere l’obbligo è messa in carico ai gestori degli impianti, che hanno facoltà di provvedervi anche congiuntamente; essi, inoltre, devono identificare i soggetti incaricati all’uso del dispositivo e provvedere alla loro formazione, assicurandone la presenza in corso delle attività svolte dalla struttura. L’inosservanza di questi obblighi comporta la chiusura dell’impianto finché non cessa l’inadempienza, a partire dal 1° Gennaio 2015.

Il Decreto del 24/04/2013 del Ministero della Salute, all’Allegato E, specifica inoltre che, all’interno degli impianti, il defibrillatore DAE semiautomatico esterno deve essere “disponibile, accessibile e funzionante“ nonché allocato in modo tale che la “distanza da ogni punto dell’impianto percorribile in un tempo utile per garantire l’efficacia dell’intervento” sia appropriata. Infine, essa specifica che ogni persona che si trovi all’interno dell’impianto debba essere informata della “presenza dei DAE e del loro posizionamento mediante opuscoli e cartelloni illustrativi o qualsiasi altra modalità“.

Mettendo in atto un programma di cardio-protezione per la tua palestra, associazione sportiva o impianto sportivo, CardioPro è in grado di offrirti:

i migliori defibrillatori DAE semiautomatici esterni disponibili sul mercato;

corsi di formazione BLS-D e L.81/08 con integrazione BLS-D direttamente presso la propria struttura.

vasta scelta di teche e cartellonistica di segnalazione per un perfetto posizionamento della postazione di defibrillazione;

programmi personalizzati di assistenza tecnica e manutenzione on site;

piani di noleggio operativo delle postazioni di defibrillazione;

pacchetti DAE + formazione all-inclusive a tariffe estremamente vantaggiose.

Nel periodo estivo, gli stabilimenti balneari accolgono un gran numero di persone dalle più svariate età e patologie che trascorrono la gran parte del tempo in spiaggia. Molto spesso questi stabilimenti offrono intrattenimenti serali, offrendo zone disco, animazione, bar e tanto altro. Ciò, di per sé, comporta una maggiore probabilità che un arresto cardiaco possa verificarsi in questi luoghi. Inoltre, gli avventori di queste strutture spesso sono impegnati in qualche attività fisica che comporta sforzo fisico variamente associato a sudorazione.

Gli stabilimenti balneari vengono scelti dai bagnanti in base alla presenza o meno di certe attrezzature, in base alla comodità delle sdraio o dei lettini e in base alla presenza di aree dedicate ai cuccioli e ai bambini. Il tutto per cercare il più possibile di rilassarsi e di godersi la vacanza in tutta tranquillità.

In quest’ottica, un cliente informato o afflitto da problemi cardiaci sarebbe molto più sollevato nel sapere che nello stabilimento balneare in cui intende trascorrere un periodo di vacanza sono presenti diverse postazioni dotate di defibrillatori DAE semiautomatici esterni.

Il defibrillatore all’interno degli stabilimenti balneari ha un’importanza tale per cui alcune regioni d’Italia ne hanno sancito l’obbligo nelle proprie spiagge durante la stagione balneare.

A prescindere dall’obbligo di legge, però, dotare il vostro stabilimento balneare di una postazione di defibrillazione ad accesso pubblico significherebbe in ogni caso rivolgere un’attenzione maggiore alla propria clientela, considerando, soprattutto, che le malattie cardio-vascolari sono la principale causa di morte nel nostro Paese.

Per esplicare il proprio ruolo al meglio, un defibrillatore in uno stabilimento balneare deve essere piccolo da riporre, leggero da trasportare, facile da usare e resistente contro l’ingresso di sabbia e getti d’acqua.

Tra i defibrillatori commercializzati da CardioPro troverete defibrillatori DAE semiautomatici esterni unici sul mercato perché racchiudono tutte queste caratteristiche: sono i più piccoli e i più leggeri sul mercato, sono facili da usare e sono gli unici ad avere indice di protezione IP56.

Nel caso foste interessati a dotarvi di un defibrillatore in grado di funzionare al meglio anche in condizioni estreme, come appunto in uno stabilimento balneare, CardioPro è in grado di realizzare postazioni complete e personalizzate comprensive di:

teca a tenuta stagna, per proteggere il DAE dal salmastro, pioggia, sabbia;

pilastro, per poter installare il tutto sulla battigia o a metà del percorso tra la strada ed il mare;

teca illuminata e ben segnalata, per permettere alla stessa di non essere esposta al sole e per localizzarla rapidamente durante le ore notturne;

pannello di segnalazione, per identificare subito il posizionamento del DAE e per spiegare come intervenire in caso di arresto cardiaco.

i migliori defibrillatori DAE semiautomatici esterni disponibili sul mercato;

corsi di formazione BLS-D e L.81/08 con integrazione BLS-D direttamente presso la propria struttura.

programmi personalizzati di assistenza tecnica e manutenzione on site;

piani di noleggio operativo delle postazioni di defibrillazione;

pacchetti DAE + formazione all-inclusive a tariffe estremamente vantaggiose.

 

Diffondere sul territorio italiano la cultura della defibrillazione precoce e informare adeguatamente i cittadini sull’importanza della conoscenza delle manovre di rianimazione cardio-polmonare è una mission che richiede tempo e forte dispendio di energie. Nonostante gli sforzi delle varie associazioni, dei centri di formazione, croce rossa, protezione civile, la realtà è che in Italia le vittime di arresto cardiaco sono oltre 70.000 ogni anno e oltre l’80% dei decessi avviene lontano da ospedali e strutture sanitarie: a casa, negli uffici pubblici, nelle strade, sul lavoro.

L’arresto cardiaco non dà segni premonitori e colpisce chiunque e dovunque. Il cuore smette di compiere la sua normale funzione di pompa, spesso a causa di una sopraggiunta aritmia chiamata fibrillazione ventricolare, e la persona cade a terra priva di vita. Se non si interviene entro i primi 5 minuti dall’arresto cardio-circolatorio somministrando una scarica elettrica al cuore attraverso l’utilizzo di un defibrillatore DAE semiautomatico esterno, le possibilità di salvezza per la persona colpita sono praticamente nulle.

È importante sottolineare che nessun servizio d’emergenza è in grado di intervenire in tempo utile. L’unica possibilità di salvezza in caso di arresto cardiaco è quella di essere soccorsi da cittadini addestrati alle manovre di rianimazione cardio-polmonare e di avere subito a disposizione un defibrillatore DAE, accenderlo ed utilizzarlo sul paziente seguendo le istruzioni che l’apparecchio stesso offre al soccorritore.

Un progetto di defibrillazione pubblica prevede la collocazione di postazioni di defibrillazione ad accesso pubblico sul territorio, sia in versione per interni che per esterni. Le postazioni per interni saranno composte dal dispositivo DAE, dalla teca di contenimento e dalla relativa segnaletica murale di segnalazione della postazione. Quelle per esterni, saranno personalizzate in funzione delle singole esigenze di collocazione, con armadietti ad apertura e temperatura controllata, pensiline e basi di supporto, sistemi automatici di chiamata e segnalazione ai servizi d’emergenza.

Attraverso la mappatura informatizzata delle postazioni e la registrazione dei cittadini addestrati alle manovre di rianimazione cardio-polmonare è possibile creare una rete di soccorso efficace e perfettamente integrata con i servizi d’emergenza già presenti sul territorio ed offrire la miglior terapia salvavita a chiunque venga colpito da un arresto cardiaco improvviso.

CardioPro offre dei programmi di cardio-protezione per la tua città.

Possiamo offrirti:

i migliori defibrillatori DAE sul mercato per utilizzo extra-ospedaliero;

corsi di Formazione BLS-D per la cittadinanza;

la gamma più completa di soluzioni di collocamento DAE per interni ed esterni;

programmi personalizzati di assistenza tecnica e manutenzione on site;

consulenza fiscale, campagne di visibilità e di sensibilizzazione, organizzazione e gestione di iniziative di raccolta fondi e di sponsorizzazione;

pacchetti DAE + formazione all-inclusive a tariffe estremamente vantaggiose;

Avete mai pensato a quanti migliaia di persone ogni giorno di spostano utilizzando mezzi di trasporto pubblici e privati? Si viaggia quotidianamente in aereo, su un treno, in metropolitana o in nave e chi viene colpito da arresto cardiaco non ha la minima possibilità di salvezza, a meno che il mezzo di trasporto utilizzato non sia dotato di un defibrillatore DAE semiautomatico esterno e di personale addestrato alle manovre di Rianimazione Cardio- Polmonare (RCP).

Anche se la legge n. 120 del 2001 raccomandava la presenza di defibrillatori DAE sui mezzi di trasporto pubblici e privati, sono ancora molti quelli che non ne sono dotati e persino nelle stazioni e negli aeroporti la presenza di defibrillatori ad accesso pubblico è spesso carente o sottodimensionata rispetto alle reali necessità di cardio-protezione del flusso quotidiano di viaggiatori.

I taxi, gli autobus e i veicoli privati con i quali ci spostiamo quotidianamente si trovano spesso coinvolti dal traffico cittadino: in queste condizioni, nessun servizio di emergenza sarebbe in grado di raggiungere in meno di 10 minuti la vittima di arresto cardiaco. Pertanto, la presenza a bordo dei mezzi di trasporto di un defibrillatore DAE semiautomatico esterno non si rivelerebbe di vitale importanza solamente per chi venisse colpito da arresto cardiaco all’interno del mezzo di trasporto, ma anche per chi venisse colto da malore nelle immediate vicinanze. Il mezzo di trasporto utilizzato, in poche parole, potrebbe trasformarsi in una “postazione avanzata di defibrillazione”.

Se sei un’azienda di trasporti pubblica o privata o sei un semplice cittadino che vuole dotare il proprio mezzo di trasporto di un defibrillatore DAE, non esitare a contattarci.

Mettendo in atto un programma di cardio-protezione per la tua azienda, CardioPro è in grado di offrirti:

i migliori defibrillatori sul mercato per utilizzo extra-ospedaliero;

corsi di formazione BLS-D e L.81/08 con integrazione BLS-D per tutti i tuoi dipendenti;

una vasta scelta di teche e supporti per un perfetto posizionamento della postazione di defibrillazione anche su mezzi in movimento;

programmi personalizzati di assistenza tecnica e manutenzione on site;

piani di noleggio operativo di dispositivi di defibrillazione e relativi accessori;

pacchetti DAE + formazione all-inclusive a tariffe estremamente vantaggiose;

Gli istituti di credito possono avere un ruolo fondamentale nella lotta alla morte cardiaca improvvisa che, solo in Italia, uccide più di 70.000 persone ogni anno.

Una banca, infatti, oltre ad essere un’azienda che deve tutelare la sicurezza dei propri lavoratori, ha l’obbligo morale di tutelare i propri clienti.

La diffusione delle filiali bancarie sul territorio e la capillare presenza di sportelli Bancomat videosorvegliati ed accessibili H24 da parte dei cittadini fa dell’istituto di credito il partner ideale per la realizzazione di iniziative volte alla collocazione di postazioni di defibrillazione ad accesso pubblico (PAD) sul territorio.

È importante valutare con attenzione quanto segue.

Quanti sono i dipendenti che lavorano nella sede e nelle filiali dell’Istituto di Credito?

Quanti sono i clienti che ogni giorno frequentano gli sportelli bancari?

Quanti accedono quotidianamente agli sportelli automatici?

Quante di queste persone sono soggetti con età superiore ai 45 anni?

Quante di queste persone sono cardiopatiche, fumatrici, ipertese, diabetiche, sovrappeso?

Una banca quindi può risultare un luogo ideale per una postazione di defibrillazione, che può essere posizionata all’interno della filiale bancaria per la tutela dei suoi clienti e quella dei suoi dipendenti. Ma è possibile, soprattutto, valutare di posizionare un defibrillatore DAE semiautomatico esterno anche in prossimità dello sportello automatico Bancomat.

L’Istituto di Credito, inoltre, può farsi promotore della cultura della defibrillazione precoce proponendo e promuovendo ai propri clienti piani di finanziamento finalizzati alla dotazione di un defibrillatore DAE semiautomatico esterno da posizionare all’interno della propria abitazione, all’interno della propria azienda, in un condominio, in una struttura sportiva, in una palestra o in un campo da gioco.

Chiedici subito informazioni per il programma di cardio-protezione per Istituto di Credito.

Possiamo offrirti:

i migliori defibrillatori sul mercato per utilizzo extra-ospedaliero: pratici, resistenti, privi di necessità di manutenzione e dai più bassi costi di gestione sul mercato;

corsi di Formazione BLS-D e L.81/08 con integrazione BLS-D direttamente presso la sede e le filiali dell’Istituto;

vasta scelta di teche e cartellonistica di segnalazione per un perfetto posizionamento della postazione di defibrillazione;

programmi personalizzati di assistenza tecnica e manutenzione on site;

piani di noleggio operativo delle postazioni di defibrillazione;

realizzazione grafica di brochure, poster e tutto il materiale promozionale in grado di dare la massima visibilità all’iniziativa di cardio-protezione;

pacchetti DAE + formazione all-inclusive a tariffe estremamente vantaggiose;

 

Le case di riposo, senza ombra di dubbio, sono luoghi che possono trarre beneficio dall’installazione di defibrillatori DAE semiautomatici esterni. Soprattutto per garantire un certo livello di sicurezza ai propri ospiti.

In queste strutture, infatti, generalmente dimorano persone anziane ed è noto come gli arresti cardio-circolatori siano maggiormente frequenti in età avanzata, sia per gli uomini che per le donne.

E’ di fondamentale importanza formare infermieri e operatori sociosanitari delle case di riposo alle manovre di primo soccorso, rianimazione cardio-polmonare, disostruzione delle vie aeree e all’utilizzo dei DAE (corsi di formazione BLS-D).

L’obiettivo comune dovrebbe essere quello di diffondere conoscenze e competenze sulle tecniche di soccorso a partire dal personale ospedaliero.

Tutti gli operatori, i medici e gli infermieri dovrebbero essere addestrati all’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno e alle manovre di rianimazione cardio-polmonare, le uniche terapie veramente efficaci in caso di arresto cardiaco che possono dare speranza di sopravvivenza in attesa del servizio di emergenza.

Mettendo in atto un programma di cardio-protezione per la tua Casa di Riposo o Casa di Cura, CardioPro è in grado di offrirti:

i migliori defibrillatori sul mercato per utilizzo extra-ospedaliero: pratici, resistenti, privi di necessità di manutenzione e dai più bassi costi di gestione sul mercato;

vasta scelta di teche e cartellonistica di segnalazione per un perfetto posizionamento della postazione di defibrillazione DAE per interni ed esterni;

corsi di formazione BLS-D e Legge 81/08 con integrazione BLS-D direttamente presso la tua sede

programmi personalizzati di assistenza tecnica e manutenzione on site;

piani di noleggio operativo delle postazioni di defibrillazione;

pacchetti DAE + formazione all-inclusive a tariffe estremamente vantaggiose;

Oltre l’80% dei decessi per Morte Cardiaca Improvvisa (MCI) si verificano in ambito extra-ospedaliero: a casa, sul lavoro, per strada, nel tempo libero.

In Italia sono circa 70.000 all’anno le vittime di arresto cardio-circolatorio, più di una ogni 1000 abitanti.

L’ipertensione, alti livelli di colesterolo, il diabete, l’obesità, la scarsa attività fisica, il fumo, avere un’età superiore ai 45 anni e soffrire di una patologia coronarica sono fattori di rischio che incrementano notevolmente le probabilità di essere colpiti da un arresto cardiaco.

L’ambiente domestico dovrebbe essere uno dei primi luoghi da cardio-proteggere, specialmente in presenza di persone maggiormente a rischio, come sopra indicato.

Purtroppo, però, spesso è proprio l’arresto cardio-circolatorio il primo sintomo della presenza di problemi cardiaci: colpisce senza preavviso, non ha preferenze, può succedere in qualunque momento ed in qualsiasi luogo.

Scegliere di dotare la propria abitazione o il proprio condominio di un defibrillatore DAE semiautomatico esterno, quindi, è la miglior polizza sulla vita che si possa stipulare per se stessi e per i propri cari.

Gli amministratori condominiali dovrebbero farsi portavoce di così tali e delicati argomenti, dovrebbero essere il primo veicolo di informazione a supporto e sostegno dei condomini che a loro affidano i beni più cari.

CardioPro offre un programma personalizzato per tutti quegli amministratori di condominio o condomini che intendono installare un defibrillatore all’interno del proprio condominio o del proprio residence. Abbiamo pensato per questo di offrire soluzioni complete affinchè un DAE non resti solo un gesto di generosità o di comunità.

Il nostro programma prevede:

i migliori defibrillatori sul mercato per utilizzo extra-ospedaliero: pratici, resistenti, privi di necessità di manutenzione e dai più bassi costi di gestione sul mercato;

corsi di Formazione BLS-D e L.81/08 con integrazione BLS-D direttamente presso la nostra sede, le sale condominiali o quelle messe a disposizione degli amministratori condominiali;

vasta scelta di teche e cartellonistica di segnalazione per un perfetto posizionamento della postazione di defibrillazione;

programmi personalizzati di assistenza tecnica e manutenzione on site;

piani di noleggio operativo delle postazioni di defibrillazione;

realizzazione grafica di brochure, poster e tutto il materiale promozionale in grado di dare la massima visibilità all’iniziativa di cardio-protezione;

pacchetti DAE + formazione all-inclusive a tariffe estremamente vantaggiose;

Un decreto del 18 marzo 2011, con la finalità di promuovere la realizzazione di programmi regionali per la diffusione e l’utilizzo di defibrillatori semiautomatici esterni, indica i criteri per l’individuazione dei luoghi, degli eventi, delle strutture e dei mezzi di trasporto dove deve essere garantita la disponibilità dei defibrillatori semiautomatici esterni, nonché le modalità della formazione degli operatori addetti.

All’interno del testo (Allegato A), si legge:

“La diffusione graduale ma capillare dei defibrillatori semiautomatici esterni deve avvenire mediante una distribuzione strategica in modo tale da costituire una rete di defibrillatori in grado di favorire la defibrillazione entro quattro/cinque minuti dall’arresto cardiaco, se necessario prima dell’intervento dei mezzi di soccorso sanitari.

La collocazione ottimale dei defibrillatori deve essere determinata in modo che gli stessi siano equidistanti da un punto di vista temporale rispetto ai luoghi di potenziale utilizzo. In particolare, sono da collocare in luoghi di aggregazione cittadina e di grande frequentazione o ad alto afflusso turistico, in strutture dove si registra un grande afflusso di pubblico e, in genere, ove sia più attesa l’incidenza di arresti cardiaci, tenendo conto comunque della distanza dalle sedi del sistema di emergenza.

Va pertanto valutata, sulla base dell’afflusso di utenti e di dati epidemiologici ed in base a specifici progetti, l’opportunità di dotare di defibrillatori semiautomatici esterni i seguenti luoghi e strutture: […] le farmacie, per l’alta affluenza di persone e la capillare diffusione nei centri urbani che le rendono di fatto punti di riferimento in caso di emergenze sul territorio.”

Alcune Regioni e Province hanno predisposto piani di comunicazione per sensibilizzare la popolazione alle potenzialità e all’uso dei defibrillatori semiautomatici esterni anche avvalendosi della rete delle farmacie come centri di educazione sanitaria.

Tant’è vero che, oltre al 118, spesso è possibile rivolgere una richiesta di soccorso immediato al personale in servizio nella farmacia più vicina, che in molte comunità, per l’appunto, è un sicuro riferimento per il cittadino.

Il farmacista, quindi, potrebbe offrire un contributo significativo alla collettività dotandosi di defibrillatori DAE semiautomatici esterni cosicché, in caso di arresto cardiaco, possa praticare la defibrillazione precoce sul paziente colpito da ACC, regalandogli una concreta speranza di vita.

CardioPro offre dei programmi di cardio-protezione per la tua farmacia o parafarmacia:

i migliori defibrillatori DAE sul mercato per utilizzo extra-ospedaliero;

corsi di Formazione BLS-D per tutto il personale;

la gamma più completa di soluzioni di collocamento DAE per interni ed esterni;

programmi personalizzati di assistenza tecnica e manutenzione on site;

piani di noleggio operativo delle postazioni di defibrillazione;

pacchetti DAE + formazione all-inclusive a tariffe estremamente vantaggiose;

La Morte Cardiaca Improvvisa (MCI) colpisce individui di qualsiasi età e, per definizione, in condizioni di apparente buono stato di salute. Di essi, il 7% ha meno di 30 anni.

Solitamente, i bambini vengono considerati dalla maggior parte delle persone come vittime poco probabili di arresto cardiaco, sebbene il 3,5% dei deceduti per arresto cardiaco abbia meno di 8 anni.

In seguito ad arresto cardio-circolatorio, il trattamento deve essere instaurato entro 3-5 minuti: in assenza di una pronta ripresa del ritmo cardiaco, infatti, alla cessazione della circolazione sanguigna consegue inevitabilmente il danno cerebrale.

Poiché la finestra temporale disponibile è ben più ristretta dei tempi medi di arrivo dei soccorsi (che in Italia sono di 12-15 minuti) e che molti istituti scolastici contano più di 2500 studenti, dotare ogni scuola di un defibrillatore DAE semiautomatico esterno è l’unico modo efficace per assicurarsi che i bambini colpiti da questa patologia ricevano un trattamento adeguato in un tempo congruo.

La presenza, all’interno delle scuole per l’infanzia, di dispositivi di defibrillazione precoce, assieme a personale adeguatamente formato, riveste pertanto un ruolo fondamentale nell’assicurare un intervento pronto nei confronti dell’arresto cardiaco improvviso. Gli stessi genitori, sempre molto attenti alla salute dei propri figli, saranno più inclini ad affidarli ad una scuola dotata di tali dispositivi salvavita.

Avviare un progetto di defibrillazione precoce all’interno di una scuola è di fondamentale importanza anche dal punto di vista culturale: infatti, le strutture scolastiche si rivelano particolarmente adatte allo svolgimento di iniziative atte alla diffusione capillare della cultura della cardio-protezione, con possibilità concreta di coinvolgere cittadinanza ed istituzioni in progetti radicati sul territorio. In questo contesto, il reperimento dei fondi non è un problema: bastano infatti pochi ero ad alunno per finanziare la protezione di un complesso scolastico di decine e decine di studenti.

Mettendo in atto un programma di cardio-protezione, CardioPro è in grado di offrirti:

i migliori defibrillatori DAE semiautomatici esterni disponibili sul mercato;

corsi di formazione BLS-D e L.81/08 con integrazione BLS-D direttamente presso la struttura scolastica;

meeting gratuiti di presentazione dei progetti alla popolazione scolastica ed alla cittadinanza;

vasta scelta di teche e cartellonistica di segnalazione per un perfetto posizionamento della postazione di defibrillazione;

programmi personalizzati di assistenza tecnica e manutenzione on site;

piani di noleggio operativo delle postazioni di defibrillazione;

pacchetti DAE + formazione all-inclusive a tariffe estremamente vantaggiose.

Le strutture ricettive come hotel, residence, alberghi, sale ricevimenti, ristoranti, ma anche case vacanza, B&B e piscine pubbliche, accolgono da sempre un gran numero di persone, in tali luoghi il verificarsi di eventi di ostruzione delle vie aeree potrebbe essere più frequente.

Inoltre essendo luoghi molto frequentati il rischio di una maggiore probabilità che un arresto cardiaco possa verificarsi diventa più frequente. A volte tali luoghi risultano anche distanti dalle strutture sanitarie di emergenza e spesso difficilmente raggiungibili in tempi brevi dai mezzi di soccorso.

In quest’ottica, un cliente informato o afflitto da problemi cardiaci sarebbe molto più sollevato nel sapere che nella struttura ricettiva in cui intende trascorrere un periodo di vacanza sono presenti diverse postazioni dotate di defibrillatori DAE semiautomatici esterni.

Il defibrillatore all’interno di una struttura ricettiva quindi è sinonimo di sicurezza e di ulteriore attenzione nei confronti dei propri clienti e si aggiunge a tutti gli altri servizi che la struttura mette a disposizione.

Dotare la vostra struttura ricettiva di una postazione di defibrillazione ad accesso pubblico significherebbe in ogni caso rivolgere un’attenzione maggiore non solo alla propria clientela ma anche alla comunità intera, considerando, soprattutto, che le malattie cardio-vascolari sono la principale causa di morte nel nostro Paese.

Per esplicare il proprio ruolo al meglio, un defibrillatore in una struttura ricettiva deve essere facilmente individuabile ed accessibile, leggero da trasportare, con indicazioni di utilizzo facili da comprendere, anche a chi non è stato addestrato all’uso.

Tra i defibrillatori commercializzati da CardioPro troverete defibrillatori DAE semiautomatici esterni unici sul mercato perché racchiudono tutte queste caratteristiche: sono i più piccoli e i più leggeri sul mercato, sono facili da usare e sono gli unici ad avere indice di protezione IP56.

Nel caso foste interessati a dotarvi di un defibrillatore, CardioPro è in grado di fornire postazioni complete e personalizzate:

i migliori defibrillatori DAE sul mercato per utilizzo extra-ospedaliero;

corsi di Formazione BLS-D per il personale;

la gamma più completa di soluzioni di collocamento DAE per interni ed esterni;

programmi personalizzati di assistenza tecnica e manutenzione on site;

piani di noleggio operativo delle postazioni di defibrillazione;

pacchetti DAE + formazione all-inclusive a tariffe estremamente vantaggiose.

Related Portfolio Items